EVENTI – L’eccellenza dell’artigianato protagonista a ‘Homo faber’, dal 14 al 30 settembre a Venezia L’artigianato è protagonista di ‘Homo Faber: Crafting a more human future”, la prima grande mostra sull’eccellenza artigiana europea, che si svolgerà dal 14 al 30 settembre all’Isola di San Giorgio a Venezia, organizzata da Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship, in collaborazione con Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, La Triennale di Milano, Fondation Bettencourt Schueller e Fondazione Giorgio Cini.
Un evento che per la prima volta vede i migliori maestri d’arte di tutta Europa riuniti su un unico grande palcoscenico: la Fondazione Giorgio Cini sull’isola di San Giorgio Maggiore a Venezia: 4000 mq dedicati alla maestria, all’arte e alle arti applicate.
Confartigianato è stata partecipe dell’iniziativa fin dalle sue fasi iniziali, condividendone lo spirito e l’obiettivo di offrire rilevanza d’immagine al ‘valore artigiano’. Un impegno che si è concretizzato, nel corso dell’Assemblea del 26 giugno 2018, con la consegna del Premio Giano 2018 alla Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, preziosa alleata di Confartigianato nell’opera di educazione alla bellezza e all’eccellenza manifatturiera dell’artigianato italiano e nelle numerose iniziative didattiche e formative con le quali la Fondazione stimola il talento e la creatività dei giovani per trasmettere loro la conoscenza e le abilità del bello e ben fatto in Italia.
Obiettivo dell’evento è quello di promuovere e valorizzare i mestieri d’arte, per far rivivere un vero e proprio Rinascimento delle arti applicate europee. Best of Europe è in questo contesto straordinario la sala che mette in scena il “meglio” dell’attuale produzione dei maestri d’arte, grazie all’attenta e ampia selezione del curatore italo-belga Jean Blanchaert, importante gallerista milanese e grande esperto di arti applicate, in collaborazione con l’architetto Stefano Boeri, che ha immaginato un onirico e poetico canale attraversato dagli oltre 300 oggetti selezionati, realizzati da più di 150 maestri di tutta Europa. Oltre alla possibilità di ammirare preziosi manufatti in moltissimi stili e materiali, i visitatori potranno immergersi in tempo reale nella “vita di una bottega”, osservando ben 36 maestri artigiani al lavoro, chiamati a mostrare al pubblico la loro tecnica impareggiabile. Molte e affascinanti le attività presentate: la tecnica di pittura dei dorsi dei libri, detta “fore edge painting” la liuteria, la lavorazione del cuoio e la rilegatura d’arte, il mosaico in pietre dure e il micromosaico, l’arte della lacca, il ricamo, la lavorazione del metallo e l’intaglio del legno, l’incisione su pietra, su legno e su madreperla, il ricamo, la cesteria, la modisteria… : una vera galleria di eccellenze al lavoro per la gioia e l’ammirazione del pubblico.
Un luogo emozionante, uno scenario unico quello veneziano per raccontare e mettere in mostra la storia dell’Europa artigiana, dove cultura, paesaggi, competenze e capacità si uniscono costituendo la ricchezza del nostro continente e alimentando una straordinaria creatività e manualità.

Torna Indietro